Pagine

sabato 25 febbraio 2012

Il racconto giallo: Una villa-una collana-un furto...

Un furto a Palermo
In una villa privata  sul mare di Palermo, viveva una donna molto ricca che aveva tanti gioielli,  ma fra quelli più importanti c'era una collana di diamanti con un valore inestimabile, lei conservava la collana in una cassaforte d'acciaio La donna di nome Laura era rimasta vedova e i suoi due figli erano partiti per lavoro all'estero. Laura spesso usciva con un uomo, Victor Le Blank. Un giorno doveva uscire con Victor,quando arrivò al ristorante,vide Victor seduto ad un tavolo e lo raggiunse e iniziarono a parlare. Mentre Laura era in bagno, Victor mise nel bicchiere di Laura un sonnifero molto potente. Appena Laura tornò al tavolo Victor propose di brindare e Laura appena bevve, cadde subito a terra e Victor frugò nella sua borsa e trovò le chiavi di casa e il bigliettino su cui c'era scritto la combinazione della cassaforte. Per non fare insospettire nessuno disse al proprietario del locale che Laura si era addormentata per la troppa stanchezza. Andò a casa di Laura e con il bigliettino e i guanti aprì la cassaforte, prese la collana e scappò. Laura appena si svegliò e tornò a casa notò che la collana era sparita e allora chiamò la polizia e ad occuparsi  del caso fu il commissario Francesco Casseri.Il commissario chiese alla donna cosa aveva fatto la sera del furto e gli disse
che era uscita fuori per andare in un ristorante con Victor Le Blank e poi disse che non si ricordava più niente. Ispezionando la cassaforte, il commissario trovò una ciocca di capelli e facendoli esaminare scoprì che il colpevole era proprioVictor  Le Blank. Allora lo arrestò e la collana tornò alla donna.
Armando Alletto



                                   Furto della collana "Gold Silver Marble"
Il 26 agosto 2012 è avvenuto uno dei più grandi furti al mondo. La signora Jonas era una delle donne più ricche d’Inghilterra e viveva in una splendida villa. Era una tipa anziana e un po’ rimbambita, però era l’unica donna al mondo che possedeva la collana Gold Silver Marble, quella collana era un qualcosa di meraviglioso, era fatta di oro,argento e marmo pregiato mischiati, provenienti da Arezzo e Massa-Carrara, due città Italiane e inoltre con le pietre di Oriente e aveva il valore di ben 100.000.000.000  dollari.
Era un oggetto inestimabile ed era protetta, all’interno della villa, con piùdi 100 allarmi e sistemi di sicurezza. Ma quel 26 agosto mentre la signora Jonas era alla festa di compleanno del presidente, avvenne la tragedia: Uno dei ladri delle bande più ricercate riuscì a rubare la collana, non si sa come fece e tutt’ora è una domanda che si pongono tutti: Quel misero ladro come fece a disattivare i 100 allarmi, che avevano tutti codici diversi ?
Appena tornata a casa la signora Jonas andò ad ammirare la sua splendida collana, ma fu lì che si accorse che era scomparsa e alla povera signora Jonas venne un infarto e morì, ma iniziarono le indagini: Chi era stato a rubare la collana ? Due anni dopo le indagini, in Russia presero un ladro che aveva rubato un anello prezioso ad un anziana signora russa e nella borsa gli trovarono una preziosa collana che in Russia non si era mai vista. La polizia la riconobbe e il caso fu risolto e il ladro un certo Herry Roberts fu condannato a 20 anni in Inghilterra e ad altri 25 in Russia.
Anna Cancelliere


 
Le indagini dell'ispettore Stanly
 La mattina del 27 luglio Angela Parkinson si accorse che la sua preziosissima collana d’oro era scomparsa. La ricca imprenditrice si affrettò a chiamare l’ispettore Stanly,  che avviò subito le indagini e scoprì subito i nemici della signora che erano: Jack Ronsonn imprenditore a cui aveva soffiato un affare da 6 milioni di dollari, il nipote Roy odiato dalla zia per la sua volgarità e per il suo teppismo e Bill Shamp vecchio fidanzato in collera con la signora per non averlo sposato. I poliziotti perquisirono le case di Jack e Bill, non trovando niente; invece cercando nella casa di Roy trovarono una sfera d’oro appartenente alla collana. Il nipote si difese dicendo che era stato in un locale con gli amici e loro dissero che era stato con loro. I poliziotti così lo scagionarono. L' ispettore era in alto mare. il valore della collana era di quasi 3 milioni di dollari e doveva svelare questo mistero, quindi tornò alla villa per cercare altri indizi. Trovò la finestra, che già aveva visto, ma vide pure un manganello sotto l’armadio e lo mandò ai R.I.S. per trovare le impronte digitali . I risultati dissero che le impronte erano del sig. Ronsonn che fu arrestato. L’indomani trovarono la refurtiva in una giara nella casa del sig. Ronsonn. Un altro caso risolto per l’ispettore Stanly.
Manfredi Mavaro  
La famiglia Robbinson
La famiglia Robbinson aveva una villa ed era una famiglia molto ricca. Un giorno per un week-end i Robbinson dovevano andare sulla neve, così prepararono le valigie. All'improvviso sentirono un rumore, ma pensarono che fosse il vento che aveva chiuso la porta e andarono a mettere le valigie nella macchina e partirono per andare a trascorrerer il week-end in montagna. Al loro ritorno trovarono la villa completamente svaligiata. Mancavano soldi, gioielli, televisori, giochi elettronici e tante altre cose.
Decisero allora di chiamare l'investigatore più bravo della città che si chiamava Marco Luiz, egli investigò sul caso, esaminò la villa e fece molte domande. Chiese alla famiglia Robbinson a che ora erano partiti e loro risposero, che erano le tre del pomeriggio. L'investigatore capì tutto, perchè proprio quel giorno alle 14,30 era scappato dalla prigione il più grande ladro della città. Mentre fuggiva il ladro, sicuramente aveva visto la porta della villa aperta e, siccome aveva capito che la famiglia era in partenza, entrò, aspettò che tutti partissero, prese tutta la roba e fuggì.
Questa era l'ipotesi di Luiz, il quale indagò, trovò tante prove e impronte. Scoprì dove si nascondeva il criminale, lo fece arrestare e ridiede tutto alla famiglia Robbinson.
Enrico Troia
Le indagini dell'investigatore Dottin
Nel mese d’Agosto in una villa enorme si svolgeva una festa stile anni ’80 con una musica jazz e lenta. Dietro i cespugli si aggirava un ladro molto conosciuto perché aveva già compiuto dei furti, il ladro con un binocolo vide che al momento dei regali la signora Fiore aprì il regalo fatto dal marito, una volta uscito il regalo si vide una collana d’oro con una cascata di diamanti preziosi. La signora Fiore per non rovinare la collana la posò al piano di sopra nel suo comodino. Il ladro, furbo si arrampicò da una scala e arrivò al piano di sopra. Il ladro rubò la collana e scappando, decise di rimanere tra i cespugli per rubare altre cose, ma dopo un po’ si addormentò lì.Finita la festa la signora Fiore chiamò un investigatore perché la collana era sparita. L’investigatore Dottin andò nella villa, cominciò a fare delle indagini e risolvette subito il caso trovando la collana e portando il ladro trovato tra i cespugli in galera.

Rachele Cannistraro

36 commenti:

Armando ha detto...

Maestra sei troppo gentile con me e spero che il mio racconto piaccia ai nostri affezionati lettori. Baci,Armando.

Maestra Adele ha detto...

Sei stato bravo, Armando! Adesso aspettiamo gli altri, così da incrementare questo post. E sono sicura che piacerà ai nostri lettori, così come piacciono gli altri che riguardano altri tipi di racconto.

Flavia ha detto...

sei stato bravo, Armando!

Marta ha detto...

Anna è veramente bello mette una certa...suspanse!
Baci Marta

Armando ha detto...

Anna e Manfredi siete stati molto bravi con il vostro tema e vi faccio i complimenti.Baci,Armando

Flavia ha detto...

anna il tuo è un racconto giallo bellissimo!!!!!ovviamente anche quelli di manfredi e armando sono carini.

Manfredi ha detto...

Maestra da dove ti è venuta l'idea di farci scrivere i nostri racconti sul blog.E' veramente bella ♥

Maestra Adele ha detto...

Ahahah!!! Manfrediiiiii non mi conosci allora? Se ben ricordi abbiamo fatto la stessa cosa con i testi realistici, i testi fantastici, le fiabe,...

Maestra Adele ha detto...

Questo post è schizzato in alto!!! Dalle statistiche ho visto che ha ben 38 visite...
State facendo faville, ragazzi!!! Peccato che i visitatori non lascino anche un messaggio...sarebbe interessante conoscere il loro pensiero.

Maestra Adele ha detto...

Confermo quanto già detto........questa sera ben 50 visualizzazioni per questo post!!!
♥ ♥ ♥

Alice ha detto...

Che belli questi racconti gialli,
complimenti Armando, Anna, Manfredi,
proprio complimenti.
Bacioni Alice ;)

Armando ha detto...

Enrico il tuo racconto giallo mi è piaciuto davvero tanto e quando lo vedranno tutti gli altri lettori ti faranno i complimenti.Baci,Armando♥.

Maestra Adele ha detto...

Ragazzi!!!! Ben 58 visite. L'argomento piace a quanto vedo e voi siete davvero bravi!♥ ♥ ♥

Maestra Adele ha detto...

Devo dire che tutti avete dimostrato una bella fantasia!

Roberta ha detto...

Si è vero questi racconti gialli sono veramente eccezionali certo che avete tutti una bellissima immaginazione e anche molto senso dell'umorismo...Bravi!!!!!!!!!
Baci,Roberta

Maestra Adele ha detto...

Roberta, anche tu non sei da meno dei tuoi compagni. La tua fantasia è pure molto brillante!

Manfredi ha detto...

Thank you very mach Alice,Armando grazie per il complimento ma pure il tuo è molto bello .Maestra per il racconto di Enrico quella immagine è veramente azzeccata.

Manfredi ha detto...

Maestra sono tornati al secondo posto nooooo!!!

Maestra Adele ha detto...

Ahahah!!! Manfredi ti sei scatenato oggi!!! Ben cinque commenti...

Rita ha detto...

Bellissimi questi racconti, ma davvero li avete scritti voi scolari?

Anonimo ha detto...

Sono racconti veramente belli !!! Complimenti a tutti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Baci :)

Maestra Adele ha detto...

Grazie! Ti ringrazio..."anonimo" (hai dimenticato il nome) a nome degli autori, che sono i miei ex scolari, oggi studenti alla scuola media.

Anonimo ha detto...

complimenti sono dei racconti avvincenti e scritti molto bene

Maestra Adele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maestra Adele ha detto...

Questo post ha ricevuto un commento di dissenso da un anonimo, certamente non tutti possiamo pensarla allo stesso modo e gli autori, che ricordo sono bambini di dieci anni e non Simenon, sono abituati anche alle critiche. Il fatto che io non lo stia pubblicando riguarda il linguaggio usato, certamente non adatto alla gran parte dei visitatori di questo Blog. Detto questo, se l'anonimo vorrà ripostare un commento di critica usando un linguaggio civile, il suo commento sarà pubblicato.

Anonimo ha detto...

Molto bravi un po corti forse ma considerando l'eta tutti bravi complimenti!!!

Anonimo ha detto...

belli racconti bravi ragazzi !!!!

manfredi ha detto...

Ex maestra qull'anonimo deve calcolare che eravamo bambini e che qualunque cosa cosa abbia scritto sarà tutta invidia .

Maestra Adele ha detto...

Caro Manfredi, mi stai dando un dolore...perchè "ex maestra?"
Quando parli di me sicuramente non dici "ex maestra" dirai "la mia maestra delle elementari". Ecco è così che voglio essere ricordata...non finirò mai di essere la tua maestra e di centinaia che ti hanno preceduto.
A parte questo hai ragione, eravate dei bambini e quello che avete scritto è meritevole solo di lodi e complimenti.
Ho deciso che d'ora in avanti non pubblicherò più commenti di anonimi, sia di lodi, che di critiche. Ognuno "ci deve mettere la faccia" in quello che scrive!

Anonimo ha detto...

Ho visitato per la prima volta questo sito e i testi mi sembrano veramente bellissimi complimenti

Romina Haro ha detto...

sono molto belli questi racconti....bravi a tutti quanti

Romina Haro ha detto...

bravi!!!!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Maestra Adele ha detto...

Grazie, Romina! ti ringrazio a nome degli autori, che adesso frequentano la seconda media e un po' disertano ormai questo blog.

Anonimo ha detto...

Sono daverro bellissimi complimenti

Anonimo ha detto...

siete stati bravissimi
sono tutti bellissimi armando e anna i vostri racconti sono fantastici con finale a sorpresa